Gli ambasciatori IGSU fanno visita a Bellinzona


In estate, il Ticino è meta di molti turisti e turiste. Tuttavia, più le strade e i vicoli pullulano di persone, più i rifiuti vengono abbandonati con noncuranza: Bellinzona non fa eccezione. Per questa ragione, anche quest’anno, i team degli ambasciatori IGSU percorreranno la Svizzera e si rivolgeranno ai passanti per sensibilizzarli sul problema del littering: dal 10 al 14 maggio saranno a Bellinzona. 

In estate, non sono solo i venditori di gelati ad andare per la maggiore: anche il littering si fa sentire. Durante la bella stagione, molti cercano un posticino all’aria aperta per leggere, mangiare un boccone e rinfrescarsi un po’. Ciò che spesso si lasciano alle spalle sono giornali, imballaggi di cibo d’asporto e per bevande. Per questo motivo, anche quest’anno, i team degli ambasciatori IGSU s’impegnano in favore di un ambiente pulito e contro il littering. Dal 10 al 14 maggio saranno a Bellinzona, dove motiveranno i passanti in modo simpatico a uno smaltimento corretto dei loro rifiuti. Con i loro speciali veicoli percorreranno le rive del fiume, il centro della città, i parchi giochi e le scuole. Negli anni scorsi Roberta Margnetti ha fatto ottime esperienze con i team degli ambasciatori IGSU: «Una piacevole e preziosa collaborazione con gli ambasciatori IGSU. Oltre a sensibilizzare i cittadini, gli ambasciatori IGSU hanno saputo offrire interessanti spunti e osservazioni sulle dinamiche legate al littering nella nostra Città.»

In tutta la Svizzera per un'estate pulita 
Durante l'estate i team degli ambasciatori IGSU saranno attivi in tutto il paese: da Aarau fino a Bellinzona e passando da Losanna, essi informeranno i passanti come pure i frequentatori dei parchi e gli amanti dell’abbronzatura sul littering e sul riciclaggio. Gli ambasciatori IGSU si recheranno anche nelle scuole per spiegare alle scolare e agli scolari il corretto comportamento da adottare con i rifiuti e i diversi materiali. A tale scopo, esiste anche del materiale didattico per tutte le età che può essere ordinato a costo zero da IGSU.

Impegno su vasta scala contro il littering 
Oltre agli interventi degli ambasciatori, IGSU propone ulteriori misure per combattere il littering. Con il sostegno dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), dell'organizzazione "Infrastrutture comunali" e dalla Fondazione svizzera per la pratica ambientale (Pusch), IGSU organizza anche la giornata nazionale Clean-up, che quest’anno avrà luogo il 9 e 10 settembre 2016. Oltre a ciò, IGSU fornisce consulenze a comuni e scuole oltre a offrire la possibilità di ordinare manifesti e cartelloni e a gestire un Online-Toolbox che dà consigli pratici per risolvere i problemi legati al littering.

Gruppo d'interesse per un ambiente pulito (IGSU) 
IGSU è il centro svizzero di competenza contro il littering. Dal 2007 si adopera a livello nazionale con misure di sensibilizzazione e di prevenzione in favore di una Svizzera pulita. Fra gli enti responsabili dell'IGSU vi sono la cooperativa IGORA per il riciclaggio dell’alluminio, PET-Recycling Schweiz, VetroSwiss, 20 minuti, Blick am Abend, Swiss Cigarette, McDonald’s Svizzera, Migros, Coop e International Chewing Gum Association. I membri s’impegnano inoltre anche nello svolgimento di attività proprie contro il littering e, ad esempio, mettono a disposizione dei cestini oppure organizzano delle tournée per la raccolta dei rifiuti.

 

Contatto per i media 

  • Yves Gärtner, responsabile del progetto ambasciatori IGSU, telefono 078 733 07 78
  • Roberta Margnetti, Responsabile del Settore Ambiente, telefono 091 821 87 25

 

Communcato stampa come PDF »

Photo come JPG-File »

Quick-Jump

Newsletter

Ti interessano le novità di IGSU? Iscriviti qui alla nostra newsletter.

Iscriviti »

IGSU su facebook

Mostra che sei contrario al littering e unisciti alla «Rete contro il littering» facendo clic su «Mi piace» alla pagina Facebook d'IGSU.

Alla fan page IGSU »

Angelo o zozzone, che tipo di persona sei?

Scopri che tipo di persona sei e quello che puoi fare per migliorarti!

Scoprilo qui »