Contro il littering sulle strade dei passi: IGSU sensibilizza i viaggiatori


Il littering non conosce limiti e non si ferma nemmeno a oltre 2000 metri di quota. Per tale ragione, quest’anno, i team degli ambasciatori del Gruppo d’interesse per un ambiente pulito (IGSU) si recheranno ai passi del Gottardo e del San Bernardino, dove motiveranno i viaggiatori a un corretto smaltimento dei loro rifiuti.

Chi vuole evitare i trafori del Gottardo e del San Bernardino, si serve delle strade dei passi. Una volta giunti in cima, molti viaggiatori fanno una sosta per godersi un picnic. Quest'anno, per la prima volta, per evitare che gli imballaggi per alimenti e bevande vengano abbandonati, i team degli ambasciatori IGSU della Svizzera tedesca e del Ticino sensibilizzeranno le persone sulla problematica del littering anche presso questi valichi alpini. Il 31 luglio hanno trattato i rifiuti e il riciclaggio con i viaggiatori del San Bernardino, mentre oggi percorreranno il passo del Gottardo con i loro veicoli: le «recyclingmobile». «A questa altitudine, la natura è ancora quasi intatta e ha un effetto mozzafiato sulla gente del posto e sui turisti», dice con entusiasmo Nora Steimer, direttrice IGSU. «Questo non è proprio il posto più appropriato per le lattine vuote per bevande e i mozziconi di sigaretta.»

Sensibilizzazione in città, comuni e scuole 
Durante l'estate i team degli ambasciatori IGSU saranno attivi in tutto il paese: da Ascona fino a San Gallo passando da Sion e Neuchâtel, essi informeranno i passanti e i frequentatori dei parchi sul littering e sul riciclaggio motivandoli a uno smaltimento corretto dei loro rifiuti. Gli ambasciatori IGSU si recheranno anche nelle scuole per spiegare alle scolare e agli scolari il corretto comportamento da adottare con i rifiuti e i diversi materiali riciclabili. A tale scopo, esiste anche del materiale didattico interattivo che può essere ordinato a costo zero da IGSU.

Dalla giornata Clean-up al marchio No-Littering 
Oltre agli interventi degli ambasciatori e ai workshop nelle scuole, IGSU dispone di ulteriori misure per combattere il littering. Con il sostegno dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), dell'organizzazione "Infrastrutture comunali" e dalla Fondazione Pusch, IGSU organizza anche la giornata nazionale Clean-up, che quest’anno avrà luogo il 14 e 15 settembre 2018. Oltre a ciò, IGSU fornisce consulenze a comuni e scuole e dispone di un Online-Toolbox che dà consigli pratici per risolvere i problemi legati al littering e assegna il marchio No-Littering alle città, ai comuni e alle scuole che s’impegnano attivamente contro il littering.

Gruppo d'interesse per un ambiente pulito (IGSU) 
IGSU è il centro svizzero di competenza contro il littering. Dal 2007 si adopera a livello nazionale con misure di sensibilizzazione e di prevenzione in favore di una Svizzera pulita. Fra gli enti responsabili dell'IGSU vi sono la cooperativa IGORA per il riciclaggio dell’alluminio, PET-Recycling Schweiz, VetroSwiss, 20 minuti, Blick am Abend, Swiss Cigarette, McDonald’s Svizzera, Migros, Coop, Valora e International Chewing Gum Association. I membri s’impegnano inoltre anche nello svolgimento di attività proprie contro il littering e, ad esempio, mettono a disposizione dei cestini oppure organizzano delle tournée per la raccolta dei rifiuti.

 

Contatto per i media 

  • Nora Steimer, direttrice IGSU, telefono 043 500 19 99, 076 406 13 86
  • Jorrit Bachmann, responsabile del progetto ambasciatori IGSU, telefono 078 733 07 78

 

Communcato stampa come PDF

Photo 1 come JPG-File

Photo 2 come JPG-File

Quick-Jump

Newsletter

Ti interessano le novità di IGSU? Iscriviti qui alla nostra newsletter.

Iscriviti »

IGSU su facebook

Mostra che sei contrario al littering e unisciti alla «Rete contro il littering» facendo clic su «Mi piace» alla pagina Facebook d'IGSU.

Alla fan page IGSU »

Angelo o zozzone, che tipo di persona sei?

Scopri che tipo di persona sei e quello che puoi fare per migliorarti!

Scoprilo qui »