Ascona: il buon umore causa un aumento del littering


Le temperature estive, gli allentamenti delle misure contro il coronavirus e il Campionato europeo di calcio rappresentano dei motivi per festeggiare: il buon umore si fa sentire e pure il littering. Anche quest’anno e con il necessario spirito umoristico, i team degli ambasciatori del Gruppo d’interesse per un ambiente pulito (IGSU) faranno in modo che la località di Ascona rimanga pulita.

Negli ultimi tempi, nelle città e nelle aree ricreative si osserva uno scenario insolito: un quadro non propriamente tipico della Svizzera, con cumuli d’imballaggi per il cibo e per le bevande abbandonati nei vicoli dei centri storici, lungo le rive dei laghi e nelle radure. Durante la pandemia il littering è aumentato: forse per la frustrazione, per la noia oppure per semplice disattenzione. Per tale ragione, le misure di sensibilizzazione promosse dai team degli ambasciatori IGSU sono ancora più importanti: oggi, 2 luglio, come pure il 3 agosto, con i loro speciali veicoli per il riciclaggio, percorreranno nuovamente i parchi, il lungolago, le vie del borgo di Ascona nonché la via pedonale tra Ascona e Locarno. Gli ambasciatori si rivolgeranno ai passanti e con loro tratteranno le tematiche del littering e del riciclaggio motivandoli a smaltire i propri rifiuti in modo corretto. «Ascona è un luogo perfetto per trascorrere l'estate e seguire il Campionato europeo di calcio», dice Silvano Colosio, capo Servizio Esterno di Ascona. «Anche quest’anno ci affidiamo agli ambasciatori IGSU per offrire una città pulita ai nostri ospiti e residenti. Quando sono presenti, il buon umore si fa sentire e i rifiuti finiscono nei cestini.»

Una consolidata misura di sensibilizzazione
I team degli ambasciatori IGSU rappresentano una delle misure più stagionate e consolidate di IGSU: dal 2007, ogni anno da aprile a settembre, si recano in più di 50 città e comuni svizzeri coinvolgendo i passanti in colloqui sul littering e sul riciclaggio. Gli ambasciatori svolgono il loro lavoro di sensibilizzazione anche nelle regioni di montagna in estate, autunno e inverno e incoraggiano i turisti, gli escursionisti e gli amanti degli sport invernali a smaltire correttamente i rifiuti. Un altro punto degno di nota è l’impegno nelle scuole: i team degli ambasciatori sensibilizzano le allieve e gli allievi di tutte le età sulla problematica di questo malcostume servendosi di workshop come pure di azioni mirate durante le pause e operazioni di pulizia.

Sostegno a città, comuni e scuole
IGSU sostiene le città, i comuni e le scuole con molte altre misure anti-littering. Ad esempio, con la giornata nazionale Clean-up, sostenuta dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), dall'Associazione Svizzera Infrastrutture comunali ASIC e dalla Fondazione Pusch. Quest’anno, questa iniziativa si svolgerà il 17 e 18 settembre. Oltre a ciò, IGSU assegna il marchio No-Littering alle città, ai comuni nonché alle scuole che s’impegnano attivamente contro il littering e sostiene le istituzioni nella realizzazione dei progetti di sponsorizzazione dei luoghi.

 

Gruppo d'interesse per un ambiente pulito (IGSU)
IGSU è il centro svizzero di competenza contro il littering. Dal 2007 si adopera a livello nazionale con misure di sensibilizzazione e di prevenzione in favore di una Svizzera pulita. Una delle misure più note di IGSU è la giornata nazionale Clean-up, che quest’anno avrà luogo il 17 e 18 settembre. Fra gli enti responsabili di IGSU vi sono la cooperativa IGORA per il riciclaggio dell’alluminio, PET-Recycling Schweiz, VetroSwiss, 20 minuti, Swiss Cigarette, McDonald’s Svizzera, Migros, Coop, Valora e International Chewing Gum Association. I membri s’impegnano inoltre anche nello svolgimento di attività proprie contro il littering e, ad esempio, mettono a disposizione dei cestini per i rifiuti oppure organizzano delle tournée per la raccolta di questi ultimi.

 

 

Contatto per i media:

  • Nora Steimer, direttrice IGSU, 043 500 19 91, 076 406 13 86, medien@igsu.ch
  • Silvano Colosio, capo Serizio Esterno Ascona, 091 759 80 42

 

 

Communcato stampa come PDF

Photo 1 come JPG

Photo 2 come JPG